Sono di tendenza e raffinati. Analcolici e da ordinare con fierezza!

Classici aperitivi italiani.

 

Negli anni 60 in Italia nasce una nuova tendenza: l’aperitivo analcolico in bottiglie monodose da gustare sia al bar sia a casa. Diversi gusti e colori, dal rosso intenso al biondo, fino all’ambrato, il colore caratteristico dello zenzero. I nuovi prodotti colpiscono per la praticità, per il gusto fresco e pieno caratterizzato da un mix di erbe e radici che conferiscono quel gusto amaro che conquista da subito gli italiani. Soprattutto le donne che vedono, nelle nuove bevande, un modo inconsueto di aprire le feste in famiglia e con amici. Da sempre la vita degli italiani è scandita da rituali e vedere gli amici per l’aperitivo è uno di questi. Un’occasione di convivialità, un istante piacevole racchiuso in un sorso al gusto aromatico.

Oggi nel mondo la tendenza verso il consumo di aperitivi è decisamente in aumento. Alcuni aperitivi alcolici, come lo spritz, fino a una decina di anni fa in uso solo in una zona circoscritta del nord Italia, si sono diffusi in tutto il mondo. Anche gli aperitivi analcolici stanno diventando glamour e popolari, soprattutto tra coloro che non consumano alcolici per motivi dietetici, religiosi o di stile di vita. Come mai gli italiani davvero li scelgono? Sicuramente perché freschi, leggeri e al tempo stesso amari. Un aperitivo di tendenza, non alcolico ma da ordinare con fierezza.

scarica la scheda prodotto